Il piccolo libro delle invettive
di Roberto Carvelli

carvelli
Valutazione: Nessuna valutazione
Prezzo
Prezzo di vendita8,50 €
Sconto
Descrizione

Anno di pubblicazione: 2017
Pagine: 75
ISBN: 978-88-99791-03-2

Introduzione di Fulvio Abbate

Postfazione di Fabio De Propris

Roberto Carvelli rinverdisce un genere “classico” della letteratura: l’invettiva. E se la prende con vigore contro cose apparentemente piccole o inconsapevolmente grandi.
L’invettiva, infatti,  è un genere che la nostra letteratura ha praticato molto (da Giovenale a Thomas Bernhard) e, anche se oggi sembra fuorimoda, motivi per inveire contro qualcosa ne rimangono molti: internet trabocca, anche in maniera inconsapevole, di invettive.
Ecco qui, messi insieme,  un po’ di rancori, scaglaiti con brevità contro le confezioni famiglia, l'uso delle allusioni sessuali in pubblicità, chi parla di calcio, l'uso della candeggina nelle pulizie degli uffici, il racconto delle vacanze e dei fidanzati, l'uso smodato di decorazioni natalizie, i racchettoni e altri giochi da spiaggia, i reggiseni imbottiti, le macchie di unto sulle cravatte, la scaramanzia, le crisi di mezza età.
Tutta una serie di livori che fanno riflettere su usi e comportamenti fastidiosi che alla fine arriviamo a percepire come nocivi.

Roberto Carvelli (Roma, 1968) 
L'autore ha pubblicato libri di prose e guide letterarie tra cui Letti (Voland, 2004), Perdersi a Roma. Guida insolita e sentimentale (Iacobelli, 2013), Amarsi a Roma. Guida per amanti sbandati (Ponte Sisto, 2015).

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.