Insieme vuoto
di Verónica Gerber Bicecci

Attraverso una serie di passaggi su più livelli narrativi, il libro sviluppa un racconto in cui finestre si affacciano e si aprono dentro altre finestre. E' la storia di un distacco sentimentale che confluisce in un viaggio verso le proprie radici familiari. Verónica, figlia di esiliati argentini radicatisi a Città del Messico, è costretta a tornare a vivere nell'appartamento dal quale sua madre progressivamente sparì. Quando le parole diventano insufficienti, si inceppano o si decompongono, lasciano il posto a disegni e a figure astratte. Insieme vuoto sperimenta una forma di lingua personale, fatta di lettere, diagrammi e spazi vuoti. 

Verónica Gerber Bicecci
Artista visuale, ha pubblicato i racconti Mudanza (Ed. Auieo/ Taller Ditoria, 2010) and Conjunto vacío (Ed. Almadía, 2015). Le sue più recentei pieces includono Los hablantes (Museo Amparo, 2016 e MUAC, 2014), Conferencia secreta (Hay Festival Kells e Museo MACO Oaxaca, 2015; De Paul Univesity, 2014), Poema invertido (Museo Experimental El Eco, 2013 e Biblioteca ciega (Centro Cultural de España, 2012). Ha partecipato ad eventi interdisciplinari presso OMI International Arts Center (USA), Ucross Foundation (USA), Santa Maddalena (Italia) e Sommerakademie im Zentrum Paul Klee (Svizzera). Ha conseguito un BA in arti visuali presso ENPEG, “La Esmeralda” e un MA in storia dell'arte presso UNAM. Nel 2013 è stata insignita del premio per la letteratura Aura Estrada - terza edizione; nel 2014, ha ricevuto una menzione speciale nell'ambito del premio nazionale messicano per alcuni saggi di fotografia. E' editrice con Tumbona Ediciones, una cooperativa editoriale con in attivo un catalogo che esplora le contaminazione tra letteratura e arte. Coordina il Seminario de Producción Fotografica presso il Centro de la Imagen

indietro